.
Annunci online

  coast2coast by InVisigoth the Mad Irish
 
Diario
 


"The tree of liberty must be refreshed from time to time with the blood of patriots and tyrants. It is its natural manure"

Thomas Jefferson


"Democracy is two wolves and a lamb voting on what to have for lunch. Liberty is a well-armed lamb contesting the vote"

Benjamin Franklin




________________________________


Se vedi qualcosa che ti interessa qui sotto sei libero di cliccare o non cliccare...







Politics









Entertainment









Locations of visitors to this page



6 luglio 2009

La Guardia Nazionale si addestra contro le milizie

La Guardia Nazionale del Missouri è stata recentemente impegnata in un'esercitazione in cui si è simulato un attacco ad opera di una milizia. Compito dei soldati era "neutralizzare" in poco tempo e in maniera definitiva la minaccia (spero che l'eufemismo sia chiaro).

Il capitano J.S., che nella simulazione comandava i "ribelli" ha dichiarato: "E' importante che i soldati si addestrino per scenari più che plausibili".

Ne ha dato notizia il quotidiano missouriano News Tribune.

Anche la Guardia Nazionale del Sud Dakota ha recentemente avviato esercitazione del genere.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. missouri south dakota

permalink | inviato da InVisigoth the mad Irish il 6/7/2009 alle 14:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


8 marzo 2009

Per un 8 marzo libertario: ricordo di Rose Wilder Line

Rose Wilder Line è stata una giornalista, scrittrice ed ideologa politica americana. Nata nel 1886 a De Smet, nel Territorio Dakota, è considerata, insieme ad Ayn Rand e ad Isabel Paterson, una delle fondatrici del movimento libertario e una delle ispiratrici del Libertarian Party.

Dopo aver passato un'infanzia in ristrettezze economiche, prima nel Missouri e poi in Florida, frequentò le scuole superiori in Louisiana, diplomandosi come migliore del suo corso. Ma la sua famiglià non potè permettersi di mandarla all'Università, e così Rose iniziò a lavorare come operatrice telegrafica per mantenersi, girando tutto il Midwest.

Nel 1918 riuscì tuttavia ad iniziare la carriera come giornalista free-lance con il San Francisco Bullettin, trampolino di lancio anche per la sua carriera di scrittrice, grazie alla quale raggiunse un un grande successo, ma intorno agli anni '40 qualcosa cambiò. Nonostante le continue richieste da parte di editori per opere commerciali e non, Rose voltò le spalle al mondo dell'editoria diventando uno dei più influenti libertari americani della metà del 20° secolo.

Si oppose con veemenza ai programmi economici del New Deal e della Social Security, al razionamento in tempo di guerra e a tutte le forme di tassazione e di socialismo strisciante, sostenendo di aver cessato la sua attività di scrittura altamente redditizia perché non voleva più pagare le alte tasse al Governo.

Così, riducendo al minimo sia il reddito che le spese, si trasferì a Danbury, nel Connecticut, dove iniziò a portare avanti una versione moderna dei suoi antenati pionieri, conducendo una vita semplice, rurale, a stretto contatto con la natura, fin quando morì nel 1968.

Irriducibile nemica del comunismo, dopo averlo vissuto in prima persona grazie ad un'intensa esperienza in Unione Sovietica con la Croce Rossa, ha scritto nel 1942 il libello "La scoperta della libertà", ed ha incessantemente promosso, con numerosi scritti, i pregi della libertà individuale e i suoi benefici sull'umanità.

Con l'andar del tempo i suoi principi si radicalizzarono sempre più, e la sua difesa assoluta dei principi fondanti della Nazione Americana, come la libertà e l'assenza di dominio statale, divenne motivo di scontro con altre donne libertarie, su tutte Isabel Patterson.


20 luglio 2008

Pine Ridge



Pine Ridge è una riserva di 2 milioni di acri dove vivono circa 40mila individui appartenenti  alla tribù degli Oglala Sioux.


21 dicembre 2007

I Sioux che chiedono l'indipendenza dagli USA? Una bufala

Ennesima bufala di "Repubblica" e de "La Stampa", che ieri hanno pubblicato come notizia la rottura dei trattati fra la tribù dei Lakota ed il governo federale. I due "autorevoli" quotidiani hanno infatti spacciato come ufficiale l'iniziativa di un singolo gruppo di attivisti, che non ha assolutamente incontrato il favore dei capi tribù; infatti le prime reazioni a questa iniziativa dei rappresentanti ufficiali delle varie tribù Lakota, sparse su cinque stati degli Usa (North e South Dakota, Nebraska, Wyoming e Montana) sono state molto fredde. "La nostra posizione è il mantenimento dei Trattati, perché sono le basi per il nostro rapporto con il governo federale", ha detto alla stampa del South Dakota Rodney Bordeaux, presidente della tribù Rosebud Sioux, una delle più importanti.

L'iniziativa assolutamente privata è stata presa da Russel Means, tra i più celebri attivisti dell'American Indian Movement, un'organizzazione di ribelli pellerossa, e fu tra i protagonisti nel 1969 dell'occupazione dell'isola di Alcatraz per 19 mesi, di un 'assalto' a Mount Rushmore (la montagna dove sono scolpiti i volti di quattro presidenti americani) e soprattutto della clamorosa occupazione nel 1973 del sito storico di Wounded Knee, luogo di un massacro di Lakota Sioux nel XIX ad opera del 7mo Cavalleggeri delle truppe regolari statunitensi

Means, un attore, politico e attivista noto per i gesti ad effetto e il linguaggio colorito, ha presentato con alcuni compagni di battaglia un piano per ritirare il proprio popolo dai Trattati sottoscritti con Washington tra il 1851 e il 1868 e per creare una Nazione Lakota indipendente. Così l'attivista è sbarcato a Washington con un piccolo seguito di sostenitori e guardie del corpo e ha organizzato una vivace conferenza stampa in una chiesa protestante, lanciandosi in un atto d'accusa contro i leader tribali ed esponendo il suo programma: creare una nazione indipendente, che emetta passaporti e sia riconosciuta da governi stranieri. Per questo, il gruppo ha visitato alcune ambasciate a Washington, tra cui quelle di Bolivia, Venezuela, Cile e Sudafrica cercando appoggi. Il governo boliviano ha inviato il proprio ambasciatore negli Usa, Gustavo Guzman, alla conferenza stampa. Ma tutto qua... una conferenza stampa...

La "secessione", o la "rivolta" cui i lettori di "Repubblica" e de "La Stampa" sono stati messi al corrente ieri c'è stata solo nella mente dei cronisti. D'altronde, mica è la prima scemenza che raccontano. Il problema è che probabilmente non sarà l'ultima. E disegnare gli indiani sempre sul piede di guerra non è uno stereotipo razzista?

UPDATE: oggi si è unito alla festa anche il "Corriere della Sera". Evidentemente nessuno si prende la briga di controllare una notizia. Bene! Bravi!


Russel Means


12 luglio 2007

il Sud Dakota giustizia un uomo dopo 60 anni

Nel Sud Dakota è stata eseguita la condannato a morte di un giovane che aveva torturato e ucciso il 19enne Chester Allan Poage dopo una rapina. 
Elijah Page, 25 anni, è stato giustiziato con un'iniezione letale: nel 2000, dopo essersi introdotto in casa di Chester Poage, lo aveva per due ore di fila picchiato con le mani, con un sasso, ed accoltellato, prima di costringerlo a bere acido cloridrico.
 
E' stata la prima esecuzione nello stato Usa dal 1947, quando un altro condannato a morte fu giustiziato sulla sedia elettrica. Prima di ieri, c'erano state solo 15 esecuzioni nello Stato, la prima delle quali comminata nel 1877 a Jack McCall, impiccato per aver ucciso Wild Bill Hickok sparandogli alla nuca mentre giocava a poker in un saloon.

Legge del taglione. Sicuramente legge più giusta di quella di qualche Stato di mia conoscenza che avrebbe fatto rientrare tra i liberi un simile sadico dopo appena qualche anno di carcere.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. South Dakota

permalink | inviato da coast2coast il 12/7/2007 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     giugno        agosto
 

 rubriche

Diario
old and new frontiers
Native Americans
sea and navigation
hunting and fishing
paranormal activity
rogues: vigilantes, outlaws, and BHs
libertarian things
XXI Century: American Dream is alive
2nd Amendment
gangs of USA
Letterman and friends
ecology
photography

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

SPIN OFF
Wolverines!!! (tumblr)
Gaelico - Celtic Spirit
_
_
RON PAUL 4 PRESIDENT
r3VOLution MARCH
CAMPAIGN FOR LIBERTY
Free State Project
Libertarian Party
Constitution Party
_
_
Gun Owners of America
Irish American Unity Conference
We are Irish (Canadians)
_
_
Movimento Libertario
_
_
VERY INTERESTING BLOGS
Astrolabio
Atlantic People
Briganti & Libertari
Country Girl
El Boaro
Era Volgare
Il camper di Lontana
Illaicista
Ismael
Italian Bloggers 4 Ron Paul
Joey Atroce
Leonardo Butini
Liberali per Israele
LiberEmanuele
LibertArian
Live at Sin-é
Mapù
MauroD
MolotovCocktail
NomeDelBlog
Orpheus
Pieroni, sinistra libdem
PolitiCrack
Progetto Galileo
Residenclave
Sgembo
Siro
Stato Minimo
Stelle A Strisce
The Five Demands
Venetia Libertarian
Yoshi
Z3ruel

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom

Photobucket Photobucket Photobucket