Blog: http://coast2coast.ilcannocchiale.it

Iowa: Romney schiacciasassi, Hillary in caduta libera

Secondo l'ultimo sondaggio Rasmussen Reports, il candidato repubblicano mormone Mitt Romney avrebbe ancora allungato il passo in Iowa, importantissimo stato chiave, rispetto ai suoi colleghi del Grand Old Party. Romney è infatti dato al 29%, ben quattro punti percentuale in più rispetto ad un sondaggio del mese scorso della stessa Rasmussen.
Dopo di lui, a distanza siderale, il candidato della destra religiosa Mike Huckabee, al 16% (perde due punti in questo mese).
A ridosso il Sindaco Rudolph Giuliani, al 15% (guadagna un punticino), e Fred Thompson, l'ex attore ormai in caduta libera (5 punti in meno in un mese) al 14%.
John McCain è stabile al 6%, mentre un Ron Paul più in forma che mai arriva al 4% (raddoppiando in un mese i suoi consensi, insieme a Tom Tancredo, anche lui passato in un mese dal 2 al 4%.
Chiude Duncan Hunter, che passa dall'1% del mese scorso al 2% (ma in fase di dirittura d'arrivo, non dovrebbero essere gli outsider a cedere consensi nei confronti dei front-runners? bah)
Il 9% del campione si dichiara indeciso (era l'11% a metà ottobre).

Passiamo ai non più noiosi democratici. Fra gli asinelli, infatti, Hillary non sembra più essere il mostro imbattibile di qualche tempo fa. L'Iowa le è sempre stato un po' ostico, ma in ogni caso nel giro di un mese la signora bionda è passata dal 33% all'attuale 29%.
I suoi rivali le arrivano fin sotto la gonna: l'ottimo John Edwards al 25% (era al 22%), mentre il simpatico ma inesperto senatore dell'Illinois Barack Obama arriva al 24% (era al 21): tra l'altro sembra che il suo staff sia venuto in possesso di notizie scioccanti su Hillary Clinton, ma il candidato mulatto vuole giocare pulito, ed ha detto che quel materiale non sarà reso pubblico. Persino più scioccante rispetto alla voce che indicava la Clinton come lesbica, e la sua assistente ventenne come amante di lei? Più scioccante dei legami della Clinton con la mafia cinese? E cosa può essere? In realtà Hill sarebbe una marziana?
Poi c'è il vuoto, in cui si affaccia un Bill Richardson al 10% (era al 9, ha guadagnato persino lui dallo sgonfiamento di Hillary?). Joe Biden, il senatore liberal del Delaware, perde un punto, e passa dal 4 al 3%. Gli altri candidati in totale arrivano al 3% (erano al 2 lo scorso mese).

Insomma, a circa un mese e mezzo dal voto in Iowa, le cose diventano interessanti...





Pubblicato il 17/11/2007 alle 17.19 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web