Blog: http://coast2coast.ilcannocchiale.it

l'ONU contro la marijuana ad uso terapeutico

Il primo distributore automatico di marijuana è entrato in funzione in California agli inizi di febbraio circa. E' stato installato in un centro che vende prodotti di erboristeria a Los Angeles, autorizzato a fornire marijuana per uso terapeutico. L'aspetto è identico a quelli per le bibite, con una tastiera numerica per compilare un codice e una fessura per ritirare la confezione trasparente contenente la marijuana. Chi vuole usarlo deve fornire impronte digitali, in modo che sia possibile controllare che chi ne usufruisce sia davvero un malato sotto marijuana-terapia. L'uso terapeutico della cannabis in California è stato introdotto dopo il referendum # 215, approvato dalla maggioranza dei votanti, referendum che ha avuto fra i promotori l'esponente del Libertarian Party  Steve Kubby. Sull'onda della 215, altri 10 stati dell'Unione hanno liberalizzato la marijuana per uso terapeutico.

Il Governo Federale non riconosce l'uso terapeutico della marijuana, ma la legislazione è di competenza dei singoli Stati. Finora nessuno ha sollevato dubbi sulla conformità di queste macchinette alla legislazione Californiana, e neanche la DEA (agenzia federale per la lotta agli stupefacenti) ha finora posto obiezione contro di esse.

Ovviamente, l'organizzazione internazionale che più di tutte protegge le dittature ed il terrorismo globale contro le libertà individuali, l'ONU, non poteva lasciarsi scappare l'occasione di criticare il principio della libertà di cura.

L'International Narcotics Control Board (istituto "indipendente" che fa capo alle Nazioni Unite) sostiene infatti che queste macchinette violino le norme internazionali, e chiede al Governo Federale di bloccare queste iniziative statali troppo liberali: "Siamo a conoscenza del fatto che l'uso di cannabis è illegale in base alla legislazione federale, perciò chiediamo l'intervento di dette Autorità per bloccare questo fenomeno che contravviene ai trattati internazionali sul controllo degli stupefacenti".

I Libertarians dello stato dell'Alaska hanno commentato così: "Considerando il fatto che nessun americano è mai stato chiamato ad eleggere un rappresentante alle Nazioni Unite, l'ONU non ha alcuna autorità negli USA: la Costituzione non prevede che un americano osservi o ascolti gli atti delle Nazioni Unite".


Alcuni attrezzi per la terapia; il logo al centro è quello dell'American Medical Marijuana Association

Pubblicato il 3/3/2008 alle 19.23 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web