Blog: http://coast2coast.ilcannocchiale.it

L'Ontario proteggerà la sua foresta boreale

Il premier dell’Ontario Dalton McGuinty ha annunciato ieri che qualsiasi attività forestale o mineraria verrà proibita nella foresta boreale al nord dell’Ontario. Si tratta di una vastissima area di oltre 225.000 chilometri quadrati.
Il premier ha detto che il suo governo lavorerà insieme ai rappresentanti delle First Nations e altri residenti di questa area, al fine di sviluppare un piano che dovrà proibire qualsiasi attività commerciale in circa metà dell’intera area conosciuta, appunto, come foresta boreale dell’Ontario.
Nell’altra metà, le attività commerciali, prima dell'inizio dovranno essere esaminate dai dirigenti delle First Nations che avranno la facoltà di negarne l’autorizzazione.
Il premier ha anche aggiunto che il piano dovrà anche creare un meccanismo che farà giungere ai nativi parte dei proventi di eventuali attività commerciali in queste aree.
L’attività mineraria ha generato un fatturato di 11 miliardi di dollari solo nel 2007 ed il premier ha detto che parte di questi soldi dovranno essere a disposizioni delle popolazioni native.
Il Grande Capo della Nishnawbe-Aski Nation (organizzazione politica aborigena che raccoglie le istanze politiche di 49 comunità di First Nations), Stan Beardy, ha commentato però prudentemente: "Abbiamo trattato con la Corona per oltre 100 anni, e finora non abbiamo tratto alcun giovamento da queste risorse; è assolutamente necessario che le leggi, le politiche e le pratiche cambino per far sì che davvero la nostra gente possa trarre il giusto beneficio".


Pubblicato il 16/7/2008 alle 12.1 nella rubrica Native Americans.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web