Blog: http://coast2coast.ilcannocchiale.it

Ron Paul nè socialista, nè populista: solo e onestamente un libertario

Ok, lo ammetto. Uno dei motivi che mi hanno spinto alla ripresa del blogging sono stati due articoli, uno sul Sole 24 ore, l'altro su Libertiamo, in cui si definiva Ron Paul come "populista" e addirittura "socialista", a causa del disegno di legge Hr.1207, presentato proprio da Paul, il cui obiettivo è rendere più trasparenti le azioni di politica monetaria della Fed.

Io purtroppo solo solo un bifolco mezzo irlandese e beone che nulla sa di economia, quindi non sono in grado da solo di ribattere. E così, mi son detto, devo riprendere a seguire la situazione, perché se mi distraggo un attimo e Paul mi diventa socialista qua la situazione è grave...

Ma adesso, finalmente, ho trovato chi analizza la proposta di legge di Ron Paul, e ci spiega perché non è né socialista né populista, ma ancora una volta, solo sinceramente libertario. Ecco, qua, l'articolo su mercatoliberonews.

Me ne tornerei al mio sonno adesso, ma visto che ormai ho ripreso a bloggare, continua via.. però, per la prossima volta, la critica a Paul ci può stare (ci mancherebbe), ma almeno fondatela su basi più concrete e senza utilizzare aggettivazioni "terroristiche" come populista e socialista. Che poi devo smettere di bere perché per capirci qualcosa devo esser sobrio, e senza alcool la mia salute ne risente... un po' di rispetto...



seee... e InVisigoth diventa comunista, pur di farsi Deborah Ann Wall, la vampira Jessica di true Blood (cosa che, in confidenza, è molto più credibile, diciamocelo)


Pubblicato il 11/12/2009 alle 16.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web