Blog: http://coast2coast.ilcannocchiale.it

Obama teme la guerra civile?

Secondo un fantomatico rapporto, consegnato dall'analista politico russo Igor Panarin all'ex primo ministro russo Vladimir Putin, il presidente Barack Obama teme che, prima della fine del prossimo inverno, possano scoppiare rivolte interne sul sul suolo americano, e per questo avrebbe organizzato l'aumento del numero dei soldati di almeno un milione di unità.

Secondo questi rapporti, Obama avrebbe avuto numerosi incontri con i vertici militari aventi ad oggetto il modo migliore per gestire la prevista implosione del sistema bancario della nazione, e al tempo stesso il tentativo di non far perdere agli Stati Uniti l'egemonia militare nel mondo - quest'ultima cosa per i russi sarà estremamente difficile -.

Secondo il rapporto, l'ostilità della popolazione americana verso le ruberie del sistema bancario e verso la FED è cresciuta a dismisura, circostanza che creerebbe un mix esplosivo con l'aumento della disoccupazione e della tassazione, sommato al fatto che circa 220 milioni di americani sono armati e pronti ad esplodere.



E' da un po' che non vado a colazione con Barack o Vladimir, quindi non posso confermare queste parole che ho trovato in un forum. Alla sensibilità di ciascuno il compito di valutarle come assurde o verosimili

Pubblicato il 18/12/2009 alle 9.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web